Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Lombardy Lombardy's River Po Crema

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Crema

Description

City of the low Po Valley area, near the river Serio, Crema is the second most important city in its province, after Cremona. The city's name derives from the term Lombard "krem" (height). The first records of the city date back to the VI century, coinciding with the Lombard invasions. It is mentioned for the first time in a document of 1074 as home-town of a person called Rozo, who was witness in a brief act of investiture, issued by the bishop Arnolfo of Cremona, for his cousins Guglielmo and Vado of Carugate. Once the medieval castle was built, the town followed the same history and fate of nearby Milan. It was completely destroyed by Barbarossa in 1160 and slowly rebuilt, at first, as a possession of Cremona, then under the rule of the Visconti and finally from 1400 to 1747 submitted to the Republic of Venice.
The high artistic and architectural heritage of Crema is proved by its glorious past.
Among the sites worth visiting, not to miss:
- The Cathedral entitled to Our Lady of the Assumption, in Lombard Gothic style, built between the late XIII century and the beginning of the next one. The façade features a gable with a statue of the Madonna and Child with Saints John the Baptist and Pantaleon. The interior is austere and solemn, divided into one major nave and two side aisles and preserves valuable artworks by local artists such as Madonna with Child "by Rinaldo Spino and restored by Vincenzo Civerchio, the "Assumption" of Civerchio "Adoration of the Magi" by Giovanni Paolo Cavagna, a wooden statue of the Madonna and in the presbytery, two paintings by Gian Battista Lucini dedicated to the "Miracles of the Eucharist". The nave ends in an apse where a wooden crucifix is placed.
- The Church of the Holy Trinity (1737-1740) in the Baroque style;
- The former Church of San Domenico (1463-1471) now used as a theater;
- The XVI century Venetian walls that surrounded the city;
- The Town Hall, the Torrazzo and the Praetorian Palace, symbols of the wealth and power of the city in the XVI century;
- Palazzo Bondenti, the largest palaces in Crema;
- The Bishop's palace with its precious paintings;
- The former Convent of St. Augustine, now the seat of the Civic Museum of Crema and Cremasco;
- The Church of St. Benedict, built in 1621-1625 and restored in the XX century;
- The Sanctuary of Santa Maria della Croce (1490-1493), an elegant brick building in the Bramante style;
- The XVIII century Palazzo Arrigoni Albergoni, preceded by a magnificent garden;
- Palazzo Vimercati Sanseverino, in Venetian Renaissance style;
- Palazzo Terni De Gregori, in Baroque style;
- Palazzo Sangian Toffetti;
- Palazzo Benzoni-Frecavalli, now houses the municipal library;
- The XVI century Church of San Giovanni Battista, with frescoes by Gian Giacomo Barbelli;
- The Sanctuary of Santa Maria delle Grazie, frescoed by Gian Giacomo Barbelli;
- The former Renaissance church of Santo Spirito and Santa Maria Maddalena;
- Numerous noble villas (Villa Tensini, built in the XVII century with frescoes by Gian Giacomo Barbella; Villa Albergoni; Villa Benvenuti in Baroque style; Villa Perletti which houses valuable works of Giovanni Fattori, Giuseppe Pellizza from Volpedo, Giovanni Segantini and Telemaco Signorini; Villa Zaghen in Art Nouveau style; Villa Rossi in neo-Gothic style; Villa Martini in Neoclassical style; Villa Carini, with a large English garden; Villa-Albergoni Zurla).

Map

This town web page has been visited 37,743 times.

Choose language

italiano

english