Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Liguria Coast of the Flowers Castellaro

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Castellaro

Description

The name derives from "Castellari, fortifications built by the ancient Ligurian in high locations. A fortified mansion was transformed into a castle by the family Quaranta and around this, the town began to develop. Town in the province of Imperia, situated on a hill, East of the valley Argentina, near Taggia and Riva Ligure. It is surrounded by thick vegetation and the inhabitants are mainly devoted to the cultivation of flowers, olives and vines. The main centre is similar to those of other towns in Liguria, with characteristic narrow streets and steep staircases, often dominated by the typical arches that support the buildings that face each other.
The first official mention on Castellaro, dates back to 1153, in a deed regarding the sale of a land estate by the Marquis of Clavesana to Anselmo Quaranta. In 1228 the Republic of Genoa officially assigned the fief and the surrounding territories to Bonifacio Lengueglia, whose successors in the XV century, divided the lands of Castellaro into two shares and sold them to the Anfreone brothers. In the second half of the XVI century, left without any defense by Lord Spinola, residents in Genoa, the town was attacked by Saracen pirates who pillaged and killed or kidnapped the inhabitants. In the following centuries it was the object of bitter disputes among the heirs of the Spinola until the end of the XVII century, a period which it passed to the domains of Marco Antonio Gentile and his wife Maria Brigida Spinola and remained so, until the conquest by Napoleon in 1797.
After the fall of the French and the Congress of Vienna, Castellaro was incorporated in the Kingdom of Sardinia and from 1861 in the Kingdom of Italy.

Not to miss:
The sanctuary of Nostra Signora di Lampedusa, which can be reached by a road signed by fifteen niches of the Cross. It was built in the XVII century.
The Parish Church of St. Peter in Chains from the XVII century. It houses the high altar and the tabernacle of marble by the sculptor Gaggini, another eight altars of great value and a wooden statue of the Assumption of Anton Maria Maragliano.
The Old Chapel preserves candlesticks and sacred objects dating from the XVII century and an old painting of St. Eligius.
Palace Arnaldi, flanked by two side towers in neo-Gothic style in the heart of old centre. The building dates back to the XIX century and is entitled to the Bishop Arnaldi, archbishop of Spoleto.
Palace of the Gentile Family.
The castle of which remains only part of the semicircular tower.

Map

This town web page has been visited 21,153 times.

Choose language

italiano

english