Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Sardinia Sardinian East Coast Quartu Sant'Elena

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Quartu Sant'Elena

Description

The first part of the town's name derives from Latin and refers to the location of the village situated on the fourth mile of the main road that connected Palau to Cagliari, while the second part honors the patron saint of the town. Municipality in the province of Cagliari, in the plain of Campidano, near to the massif of the Sette Fratelli (Seven Brothers), the territories include at least 26 miles of beaches and the heterogeneous artificial lake of Molentargius. It is also well known for the local production of fine wines, citrus fruit and patisseries.
The origins of the center are very old, witnessed by the Nuraghi still present in the area. The area was probably inhabited by the Phoenicians, while findings demonstrate the presence of the Carthaginians. The Romans colonized the area and started the extraction of salt. The fall of the Roman Empire created the conditions for the invasion of the Lombards, Vandals and Byzantines. Finally, the area was subject to the dominion of Pisa, under which three of the four smaller villages were combined into a single town. In 1327 the four districts were merged and subjected to the domain of Giacomo II of Aragon until 1718, when the territory passed to the Savoy.

Attractions:
- the Basilica of the Empress St. Elena. The present building was erected in the first half of the XIX century, built in place of an existing church which was destroyed by a fire and whose traces remain only in the XVIII century pulpit and baptismal font. The building features three naves enriched by valuable frescoes;
- the Church of Santa Maria of Cepola. The first traces of its existence date back to the XI century, while in the XIV century the building submitted major renovations. It features a single nave plan;
- the Church of St. Agatha. The original building was erected in the second half of the XII century and submitted refurbishments during the XIII and XIV centuries;
- the Church of San Forzorio. The original structure dates back to the XIII century, but has been renovated several times during the centuries;
- the late XIV century Church of San Benedetto, a small building of great simplicity;
- the Church of St. Anthony of Padua built at the turn of the XIX and early XX centuries;
- the Church of San Luca, situated on a hill, from where it is possible to enjoy a beautiful view over the surrounding areas;
- the XIV century Church of Our Lady of the Good Way;
- the Parish Church of Santa Maria degli Angeli in Flumini;
- the XVIII century Church of Sant'Efisio;
- the Church of the Sacred Heart of Jesus;
- the Church of San Pietro in Ponte;
- the Church of Santo Stefano;
- the Church of Sant'Andrea;
- the Museum of Sa Domu 'e Farra, the flour storage, inside which are preserved several traditional objects, once used in everyday life;
- the Tower of Carcangiolas.

Map

This town web page has been visited 24,309 times.

Choose language

italiano

english