Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Emilia Romagna Surroundings of Bologna Pieve di Cento

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Pieve di Cento

Description

Pieve di Cento is a town in the province of Bologna, situated in the Rhine Valley and 'also known by the nickname "little Bologna" for the large number of arcades present in the charming old center, enclosed by four gateways, the unique access roads to the village.
In the VIII century A.D. the first settlement developed around a small abbey (from which derives part of the present town's name) under the dominion of the Bishop of Bologna. It became an autonomous municipality only in 1376. The whole area followed the same historical fate of the regional capital, until in 1502, it passed under the rule of the d'Este Family, as a wedding gift of Pope Alexander VI to his daughter Lucretia, who married the Duke of Ferrara Alfonso d'Este. The d'Este domination ended in 1598 when Ferrara returned to the Papal State.
Sites of Interest:
- the Holy Trinity Church, built in the XVI century by the homonym confraternity and is a true artistic gem. It features the presence of precious frescoes depicting scenes from the Old Testament, by Lionello Spada and Francesco Brizio, a beautiful wooden choir and an altarpiece of Lucio Massari;
- the Collegiate Church of Santa Maria Maggiore, already mentioned in official documents between from 1207 until 1378, was the site of the only the baptismal font of the Centopievese area. The present building dates from the XVIII century (although the apse is of the original structure), with a single nave plan and an interior in Baroque style. Inside it is possible to admire a beautiful wooden crucifix of the XII century, "The Assumption" by Guido Reni (1600) and "The Annunciation" by the Guercino (1646);
- the Church of Saints Rocco and Sebastiano, rebuilt on the remains of an existing building of the XV century. Inside there are wooden statues of Antonio Porri and a beautiful Baroque style altar;
- the Chapel of Santa Chiara, built in the former convent of the Clarisse nuns between 1633 and 1645,and features a single nave with a barrel vault and a rich pictorial decoration. Most of the interior decorations date back to the XVIII century. Interesting is a fine altarpiece commissioned to the Guercino's nephew, Benedetto Gennari, representing the "Dressing of Santa Clara";
- the former Convent of Clarisse, founded by four Franciscan nuns in the early XVI century. The monastery soon became important and had to be enlarged, while with suppression orders imposed by Napoleon, the Convent was used as a hospital. Today it is home to some municipal offices, a clinic and seat of University of Ferrara for courses of Nursing;
- the Rocca, the old castle, which at present is the seat of the Municipal Museum, built in 1381 and designed by Antonio di Vincenzo, the same who designed the Cathedral of San Petronio in Bologna;
- the four gateways to the Old City: Porta Cento, Porta Asia, Porta Bologna and Porta Ferrara;
- the Notarial Archives, in the Town Hall, where documents prepared by the notaries of Parish between 1458 and 1795 are preserved;
- the Old People's Home, one of the oldest buildings in the Parish, with wooden pillars, dating to 1272, which was originally a shelter for pilgrims and horse stable;
- the several museums and exhibitions, such as: the Art Gallery, the Civic Museum, the Hemp Museum, the Music Museum and MAGI '900 (a permanent exhibition of Art).

Map

This town web page has been visited 25,450 times.

Choose language

italiano

english