Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Veneto Belluno and Belluno Dolomites Borca di Cardore

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Borca di Cardore

Description

The local historians attest that the town's name derive from the Latin word "bifurca" (bifurcation - crossroads).
Municipality in the province of Belluno, located on the slopes of Mount Antelao and surrounded by mountains, famous for a rock with pink colored reflexes, not far from the Austrian border, Borca di Cadore is a popular resort for both Summer and Winter Seasons. Here, in fact, it is possible to engage in various activities, from healthy walks in the woods, perhaps looking for mushrooms, fishing and cross-country skiing in the district of Villanova. This is an excellent starting point to reach San Vito di Cadore and Cortina d'Ampezzo.
It is widely believed that the area of Cadore was inhabited by Celts, by the Euganei, by the Gauls and subsequently it was certainly colonized by the Romans. After the Fall of the Empire, the lands were at the mercy of several invaders, including: Heruli, Ostrogoths, Lombards and Byzantines. In the VI century A. D. the region was included into the Duchy of Friuli, then it submitted the domain of the Carolingians and the Dukes of Carinthia, until it was finally granted in fief, by the Patriarchs of Aquileia, to the Da Camino. In the XI century it became part of the Community Cadorina. The first documents that report of the existence of the town date back to 1331. In the XV century, absorbed by the Serenissima Republic of Venice, Borca shared the same fate and historical events of the other localities in the province of Belluno, including the invasion by French troops led by Napoleon. The French Emperor ordered the dissolution of the Community of Cadore and had new municipalities create. Borca in 1822 was divided from the municipality of San Vito and became administratively autonomous.

Attractions:
- the Parish Church of Saints Simon and Thaddeus, cited already in the XIV century, was partially destroyed by a landslide in the first half of the XVIII century. The façade presents a very simple gable roof. It is flanked by a Bell Tower with a square base, which has a belfry with arched openings, surmounted by a tympanum topped by a onion shaped terminal. The structure is interrupted by a series of mullioned windows and features a clock. Inside are preserved several important paintings and a precious XVIII century organ;.
- the Church of San Rocco in Cancia, which is flanked by a tower with a square base interrupted by beautiful mullioned windows and topped by an onion-terminal;
- the Church of Our Lady of Cadore, in the village of Eni, was designed by the architect Gellner in the mid-XX century;
- the Natural History Museum entitled to Olimpia Perini.

Map

This town web page has been visited 45,211 times.

Choose language

italiano

english