Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Calabria Reggio Calabria and Aspromonte Reggio Calabria

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Reggio Calabria

Description

The foundation of the first settlement of Reggio Calabria was started in VII century b.C. by the inhabitants of Calcide, a city of the Island of Eubea. An intelligent government of its strategic location made the city become one of the capitals of Ancient Greece: the history of the city is involved in all the major events over the centuries on the Mediterranean Sea, but the earthquakes (like the ones in 1783 and 1908) have destroyed the important traces of its glorious past. The only remains are the ruins of the Pre-Roman walls that surrounded the city and a temple of V century, a Greek tomb and a Roman bath with superb mosaics.

Walking along the seafront on the promenade, entitled to Gabriele D'Annunzio, "the most beautiful kilometer of Italy", between mansions in Liberty style and exotic plants, it is possible to reach the National Archeological Museum, one of the most important of the peninsula, famous for the two Bronze statues (Bronzi di Riace), found at Riace Marina in 1972.

Another emblem of the city is the Aragon Castle, that has official traces since 1027, but was built on the ruins of a previous fortified construction of 536 and 549.

A strategic point of defense, built in the area where the acropolis of the old Greek city (polis) was, over the ages it was conquered by the Goths, the Longobardi, the Arabs, the Normans, the Hohenstaufen or Suebi, the Anjous and the Aragons. Major refurbishments and enlargements were made on request of the kings Ferdinando e Giovanna I of Aragon. Today it hosts the Observatory of the National Institute of Geophysics.

The Cathedral of Maria Santissima Assunta in Cielo was built in the Norman Ages, but submitted a lot of damage between '600 and '800. The actual building is a reconstruction of '900 to repair the structure from the effects of the earthquake of 1908. The project was assigned to Padre Carmelo Angelini. The architectural structure of the church features a mix of Romanesque, Gothic and modern elements. The façade is divided vertically in three parts by four octagonal shaped towers. The center is a large trifora (three arched window), surmounted by a large rose window, both framed with a decorated arch. The main entrance features a staircase with sculptures of Santi Paolo and Stefano from Nicea, artworks of '900 of Francesco Jerace. The interior features a main nave with two apse aisles divided between themselves by archways and columns.

The smaller Basilica of Maria Santissima Madre della Consolazione, Saint to whom the city is devoted since the pestilence plague of 1577, is of recent construction and preserves inside a major masterpiece of the artist Andrea Capriolo which features an imagine of the Madonna that appears to a monk.

Not to miss: Castle of Sant'Aniceto, old shelter of the local population in the Byzantine Ages; Villa Zerbi, in a Venetian style of XIV century, with typical colour decorative elements of the region, the theatre entitled to Francesco Cilea, the most famous local musician of all times, the Church of the Ottimati (X century) and the Statue of Angelo Tutelare, in Piazza San Giorgio near to the Church of '600, entitled to the same Saint and probably one of the artworks of Placido Bradamonte.

Map

This town web page has been visited 36,556 times.

Choose language

italiano

english